Alexiel Mihawk (alexiel_hamona) wrote,
Alexiel Mihawk
alexiel_hamona

il primo inverno

parole 266
prompt inverno

Jyn Erso era cresciuta con suo padre e Bodhi Rook che per lei era stato come un fratello e per Galen Erso come un figlio.
Sua madre la ricordava appena, ricordava torte appena sfornate e baci fugaci tra lei e suo padre, ricordava il suo nome, il suo sorriso e il suo abbraccio, il resto il tempo lo aveva portato con sé e Jyn aveva lentamente dimenticato. Le restava Galen. Le restava Bodhi. E nonostante tutto, per tutti gli anni che aveva vissuto a casa con loro, non si era mai sentita sola.
Adesso, al primo anno di college, al primo inverso trascorso lontano da casa sua iniziava a capire cosa fosse la nostalgia. Le mancavano la cioccolata calda, il caminetto acceso e le risate felici della sua famiglia, le mancava la voce calma di suo padre e il sorriso timido di suo fratello. Le mancavano così tante cose che a volte le faceva male il cuore a pensarci. In quei giorni usciva di casa, si avvolgeva in una sciarpa pesante e si chiudeva nella libreria all'angolo della strada. Il proprietario era un ragazzo, di poco più grande di lei, i capelli perennemente in disordine e un sorriso sghembo. Trasmetteva calore e sicurezza e a suo modo malinconia. C'era un poltrona, in un angolo del negozio, che lasciava libera apposta per lei, con una coperta a latoe una sedia vicino, 'per chiacchierare' aveva detto. E avevano chiacchierato davvero.
Il primo inverno lontano da casa era stato malinconico e nostagico e a Jyn era mancata la sua famiglia, ma dopo tutto non era stato poi così male.
Tags: no tag
Subscribe
  • Post a new comment

    Error

    default userpic
    When you submit the form an invisible reCAPTCHA check will be performed.
    You must follow the Privacy Policy and Google Terms of use.
  • 0 comments