Alexiel Mihawk (alexiel_hamona) wrote,
Alexiel Mihawk
alexiel_hamona

[Naruto] Sakura ha bisogno della troca

fandom: naruto
parole: 369
prompt: noia
prompt di littledarkrin Naruto, Kisame/Sakura, modern!au, la mia unica distrazione dall'esame è il cretino che passa ogni giorno davanti alla mia finestra con la sua macchina indecente

«Non sono esaurita» stava dicendo, senza sapere bene se stesse cercando di convincere se stessa o la sua migliore amica.
«Ah no?» ripeté Ino dall’altro capo del telefono «E da quanto tempo non esci?»
«Non poi così tanto» si schernì Sakura, cercando di ricordarsi quando fosse stata l’ultima volta che aveva messo il naso fuori di casa – e no, ovviamente, andare a gettare la spazzatura nei cestini all’angolo non era considerato come uscire.
«Ti posso ricordare cosa mi hai detto prima?» la prese in giro l’amica, citando la frase con cui aveva aperto la chiamata quel giorno «”Lamia unica distrazione dall'esame è il cretino che passa ogni giorno davanti alla mia finestra con la sua macchina indecente”, e ti ricordo che tu odi i cretini, i tamarri e le macchine indecenti».
«Cosa vuoi che ti dica, questa macchina è così brutta che fa tutto il giro e diventa bellissima, ha un suo fascino particolare che attira chi ha il gusto dell’orrido – o chi, come me, è prossimo all’esaurimento nervoso».
«Ah-ah! Quindi ammetti di essere esaurita» continuò Ino, ridacchiandole nell’orecchio.
«Finiscila, cretina. Ti richiamo appena supero questo esame, okay?»
«Sempre che tu non sia fuggita con il tizio imbarazzante con la macchina indecente».
Sakura gemette, lanciando il cellulare contro il divano. La macchina che passava ogni giorno – più volte al giorno – fuori dalla sua finestra era davvero imbarazzante: era gialla, decorata con larghe fiamme rosse sui lati, i copertoni erano di dimensioni imbarazzanti e i cerchioni cromati erano decorati con disegni tribali.
In un altro contento l’avrebbe trovata orribile, ma in quei giorni era veramente troppo annoiata per non trovarla fin divertente.
Insomma, era così brutta, era così trash che faceva tutto il giro e diventava bellissima.
Sakura spostò lo sguardo verso la finestra, sentendo proprio in quel momento il rombo del motore dell’auto; si affacciò al davanzale e borbottò qualcosa, mentre il guidatore le faceva un cenno dall’interno della vettura. Era blu, quel tizio, e la ragazza non era sicura che fosse sintomo del fatto che stesse bene.
«Che palle» sbottò ancora, terrificantemente annoiata «Vediamo di dare questo esame, se lo supero, giuro che esco e vado a chiedere a quel tizio come si chiama».
Tags: no tag
Subscribe
  • Post a new comment

    Error

    default userpic
    When you submit the form an invisible reCAPTCHA check will be performed.
    You must follow the Privacy Policy and Google Terms of use.
  • 0 comments